La storia del CoMoG

Il CoMoG – Coordinamento Moto Gay e Lesbico – è nato nel 2001.

Alla fine degli ’90 alcuni di noi partecipavano ai giri motociclistici organizzati dal MLCV (Moto Leather Club Veneto), ma sentivano l’esigenza di allargare il giro delle amicizie al di fuori della comunità leather e di creare un gruppo aperto a una partecipazione non settoriale, anche femminile.

A margine del World Pride di Roma nel 2000, che aveva visto una foltissima partecipazione di motociclisti/e, questo desiderio si concretizzò e tre di noi, Tiziano, Fabio e Piergiorgio presero l’iniziativa iniziando a lavorare per far nascere l’associazione.

In occasione del Motogayo 2001, raduno nazionale organizzato già da qualche anno dal MLCV, si tenne il 10 giugno a Bologna, al Cassero, sede di Arcigay, l’assemblea costituente di quello che, da quel momento, si chiamerà CoMoG.
Il 30 giugno il CoMoG ebbe la sua presentazione pubblica al Pensiero Stupendo di Senigallia, durante una serata in onore dell’associazione.

A marzo del 2002 a Pisa, presso la sede del locale circolo Arcigay, un’assemblea definì il quadro organizzativo, approvò lo statuto, elesse il primo presidente, Fabio, e mise in calendario, da lì ad oggi, una fitta serie di incontri.

Tra le tappe fondamentali del motoclub è da ricordare l’organizzazione del Motogayo, che dal 2002 in poi viene organizzato alternativamente dal CoMoG e dal GAM.

Nel 2004 il CoMoG ottenne dal GLME – Gay and Lesbian Motorcyclists in Europe – in cui era entrato a far parte, l’incarico di organizzare, per la prima volta in Italia, l’annuale Summercamp, raduno europeo di bikers gay e lesbiche. L’evento ebbe luogo a Pomarance, vicino Volterra, e grazie al lavoro del direttivo dell’epoca – il presidente Piergiorgio insieme a Franco e Lorenzo – e degli altri soci, fu un grande successo, onorato dalla presenza del Sindaco della cittadina, venuto di persona a salutare i partecipanti, ben 145 tra uomini e donne.

Nel 2005, su iniziativa del presidente Giuseppe, lo statuto è stato rivisto assumendo la veste attuale.
Dopo Padova nel 2002, ove per la prima volta il CoMoG è stato presente con le sue moto e i suoi simboli al Pride nazionale, la partecipazione è stata ripetuta a numerosi Gay Pride in diverse città d’Italia.

In quegli anni il CoMoG ha avuto una grande visibilità, citato da molti media, dalla Gazzetta dello Sport a Motociclismo, e partecipando con il suo presidente, Enrico Giordani, a una trasmissione di Gay.tv dedicata all’associazione.

Ottenuto di nuovo l’incarico di organizzare il Summercamp, l’edizione del 2010 è stata memorabile, merito della perfetta organizzazione, curata da Danilo e dal direttivo allora in carica, Francesco, Santiago e Luigino: per una settimana il rainbow ha sventolato orgoglioso sul tetto dell’Ariotto nel Monferrato.

Il 10 aprile 2011 il CoMoG ha festeggiato a Castellaro Lagusello (MN) il suo decennale con un pranzo che ha visto riunita la gran parte dei vecchi e nuovi soci.

Nel 2016 ha aiutato gli amici del GAM nella organizzazione del loro Summercamp in Sardegna e nel 2020 organizzerà il primo Ascension Camp nell’Italia nord-orientale.