Alpi Centrali | 7-8 Settembre

PROGRAMMA

Sabato 7 settembre

Ritrovo ore 9.15  presso distributore Q8 Via Cesare Correnti, 87 24124 Bergamo . (Mappa) .

Partenza ore 9:30.

Si percorre la strada della Valle Seriana (un po’ trafficata ma veloce ) fino a Clusone, per poi raggiungere Castione della Presolana e l’omonimo passo, che prende il nome dal sovrastante massiccio, le piccole ‘Dolomiti’ bergamasche, costituite da pareti e pinnacoli di pietra dolomia di colore grigio chiaro rosato.
Si scende in Val di Scalve con tornanti continui e panoramici, in un paesaggio selvaggio e suggestivo.
La Val di Scalve è tra le più belle della bergamasca. Recentemente vi è tornato l’orso bruno.
Infatti molti dei paesi e la stessa comunità montana della valle hanno nel loro stemma l’effige dell’orso.
Ci troviamo nel parco regionale delle Orobie Bergamasche.

Raggiunto il fondo valle, ci dirigiamo verso il passo del Vivione.
Da Schilpario si sale verso il passo attraverso una strada stretta con tornanti situati tra antiche miniere di ferro, foreste di abeti e strapiombi mozzafiato.
Se non fosse aperto il passo del Vivione si opta per la salita al cosi detto ‘altopiano del sole’, passando da Borno per poi scendere in Val Camonica. La strada che sale dalla Val di Scalve fino all’inizio dell’altopiano è stretta e ombrosa ma molto divertente.

L’altopiano è costellato di prati, cascine e nuclei di antica formazione incorniciati dai boschi della riserva naturale del Giovetto e dall’irto Pizzo Camino che si ammira a sinistra scendendo.
Ma una volta arrivati sull’altopiano la strada diventa larga e veloce fino a Malegno. In prossimità di Borno abbiamo la sosta caffè.

Dopo il caffè scendiamo dolcemente (per chi ha preso il caffè zuccherato) o amabilmente (per chi ha preso il caffè senza zucchero) verso la Val Camonica.
Lungo l’antica strada camuna di fondo valle attraversiamo i paesi di Breno, Capo di Ponte, Berzo e Malonno.
La strada ‘dei segni’ (incisioni rupestri tra cui la rosa camuna simbolo della regione Lombardia) ci porta fino a Edolo, crocevia della valle e sede del Parco dell’Adamello.Ci troviamo nel Parco Naturale dell’Adamello Brenta geopark.
Superato Edolo con l’Adamello sullo sfondo a destra salendo, si volge verso la strada del Tonale e della Mendola fino a Monno, ad imboccare la salita al mitico passo del Mortirolo, tappa cult dello sport ciclistico e del Giro d’Italia.

Al passo si pranza in un ristorante tipico a conduzione familiare: ci aspettano degli ottimi casoncelli monnesi e piode!
Dopo la sosta pranzo scendiamo in Valtellina fino a Grosio e lungo la vecchia statale (evitiamo volutamente la superstrada costruita dopo l’alluvione della Valtellina del 1987) saliamo fino a Bormio nel Parco dello Stelvio.
Proseguiamo fino a Santa Caterina di Valfurva e saliamo al bellissimo passo del Gavia, sperando di poter avvistare il gipeto, l’avvoltoio barbuto delle Alpi, il gigante alato da poco reintrodotto nel parco.
Sosta al passo e giù fino a Ponte di Legno in Valle Camonica, località turistica del Parco dell’Adamello dove alberghiamo.
La sera visita a Ponte di Legno.

Domenica 8 settembre

 Partenza alle ore 9:00 alla volta della salita al passo del Tonale confine tra Lombardia e Trentino Alto Adige. Strada larga e veloce anche se un po’ trafficata.

Arrivati al passo godiamoci la bellissima vista sul ghiacciaio perenne del Presena a sinistra salendo è un po’ meno sulle strutture ricettive … La discesa dolce e sinuosa ci fa scivolare lentamente nella Val del Sole fino a Dimaro dove si lascia al valle principale è si prende la valle laterale per Folgarida e superato il passo Campo Carlo Magno si scende a Madonna di Campiglio nota perla del parco Adamello Brenta.

Poco dopo Madonna di Campiglio ci fermiamo per una sosta caffè ammirando le guglie delle Dolomiti del Brenta! Una vista come in quadro di Segantini, mozza fiato!  La strada da Dimaro fino a Madonna di Campiglio e Tione di Trento è da veri smanettoni.

Girando intorno alle Dolomiti  del Brenta, da Tione arriviamo fino a Ponte Arche Terme di Comano per salire poi fino al passo del Ballino, scendiamo poi al lago di Tenno e in uno dei Borghi piú belli d’Italia: Canale di Tenno. Sosta pappa con un buon tagliere di salumi e formaggi locali e visita successiva al borgo per digerire e ammirare l’architettura medievale del borgo.

Prossima tappa lago di Ledro e attraverso il passo d’Ampola scendiamo a Storo e nella valle del lago di Idro dove a Lemparto faremo sosta per saluti e baci.

Poi direzione Brescia e autostrade per il rientro a casa.

 

Informazioni utili

Prenotazioni entro 28 agosto tramite il consueto MODULO

Posti disponibili 12. Camere doppie matrimoniali.

Costo albergo: 51€ a persona comprensivo di colazione. Richiesta caparra di 26€ su C/C Comog IT22R0311111101000000009024 . In caso di disdetta dopo il 30 agosto, va versata la quota rimanente (25€) .

Andatura del giro: media.  Alcuni dei passi sono su strade strette.

Per chi arrivasse a Bergamo la sera del venerdì consigliamo i due ostelli della città: uno periferico, ma nel Parco dei Colli nel quartiere di Monterosso Ostello di Bergamo www.ostellodibergamo.it e uno più in centro, in città bassa, CentralHostelBG www.centralhostelbg.it 

Per info Luigino (organizzatore che farà da scopa e da guida turistica) 329 0968178 e Paolo (che farà da guida) 335 8290618.